Homepage

Il Tuo Accompagnatore di Fiducia

E' spesso necessario che una donna contatti un gigolo per dimenticare una situazione di insostenibile solitudine.

Non perchè il gigolo possa definitivamente cancellare il malumore della donna che accompagna.

Ma per il fatto che la sua straripante positività accenda nella donna una nuova apertura alla vita.

Non è un caso, infatti, che il gigolo sia chiamato da una donna che è vittima di una vita devastata da una condizione familiare o lavorativa che le nega la joie de vivre.

Si richiede, dunque, la presenza di un gigolo non solo per soddisfare una lacuna sessuale, ma soprattutto perchè egli possa tradurre la giornata, trascorsa con la donna, in un momento pieno di incantesimi.

Ecco che il gigolo assolve a pieno il suo sofisticato ruolo di cavaliere : fa dimenticare alla donna da subito il pagamento effettuato risvegliando in lei l'abbandono totale ai suoi sensi.

Lontani, quindi, dall'accezione negativa del gigolo come corpo da sesso, ci si avvicina più giustamente alla figura di un individuo fascinoso, dallo sguardo e dalla parola seducenti, dal gesto musicale.

Soltanto se capace di far emergere emozioni sopite, il gigolo può dirsi non un professionista - etichetta inutilissima che attiene solo ad un mestiere -, ma un grande seduttore. 

Si è gigolo; non si fa il gigolo.

Intendo dire che se si è gigolo, si è ciò che gli altri tentano di fare.

Il vero gigolo ama sedurre.

Gigolo, quindi, come per natura, è una parola che deve evocare emozioni.